image

Piazza Navona e dintorni

Link sponsorizzati

gen 12

piazza navona

piazza navona

Roma… Roma é bella tutta ed é la sua luce che la rende così’ particolare ! Gli scorci dei palazzi, i monumenti, le strade alberate non fanno altro che arredarla.

Naturalmente i luoghi tipici da visitare sono il Colosseo, Piazza Navona, la mitica fontana di Trevi che tutto il mondo conosce grazie a Fellini. Io ho girato a piedi perché ci sono posti vicinissimi e imperdibili, come Palazzo Spada, con la incredibile prospettiva del Borromini, palazzo Farnese (prenotare visita ) Campo dei Fiori con il caratteristico mercato, il Ghetto ebraico con ottime trattorie e un forno pasticceria sempre affollato : ricordare che il Ghetto chiude il sabato.

La pizzeria più’ buona di Roma “il Baffetto” si trova dietro Piazza Navona ,le gelaterie invece sono tutte ottime. il quartiere Navona è molto simpatico e vivace, pieno di botteghe artigiane. tutti si conoscono e si salutano e chiacchierano volentieri , cosa per me inusuale che ,venendo da Milano ,sono abituata alla fretta. Tutti sono gentili e rispondono volentieri a richieste di informazioni.

A Roma si mangia bene ovunque ,la cosa simpatica é di prendere gli aperitivi nei bar,ce ne sono molti che preparano piccoli tramezzini, olive particolari , pizzette e tante piccole specialità. Buonissimo Armando al Pantheon,con un servizio notevole per consigli e rapidità. Da Gino, vicolo Rosini 4 , prenotare con un giorno di anticipo perché sempre pieno. Da Felice al Testaccio ambiente moderno,gradevole, cibo tipico romano. Trattoria Monti, anche qui cibo tipico. sono tutte trattorie segnalate da Slow Food.

A piazza Navona ci sono molti mimi é stato divertente osservarli e farsi prendere dal gioco. Un mimo mi ha chiesto di fare la sua stessa cosa, ho dovuto fare il mimo per qualche momento, mi sono immedesimata in lui e devo dire che non é facile catturare l’attenzione, simpaticamente , dei passanti. E’ stato divertente.

Roma é una città dove il tempo sembra si sia fermato, ci sono dei quartieri del centro storico dove riesci ancora a sentire l’eco dei tuoi passi, il colore dei palazzi, il calore che ti emana grazie a questa luce calda che solo a Roma trovi, sembra quasi di entrare in una storia, in un libro…che hai voglia di divorare.

Soggiornare a Prati

Link sponsorizzati

dic 18
B&B Prati

B&B Prati

L’esperienza a Roma di Benedetta vissuta in un bed and breakfast Roma Prati , vi aiuterà a capire che vivere la città non significa solo visitare luoghi famosi e affascinanti, ma anche entrare in vero contatto con i romani e la loro immensa disponibilità

“ Non ho avuto tempo di visitare Roma, perchè mi trovavo a Roma per ragioni di studio. Ho però trovato il quartiere Prati in cui è ubicato il B&B deliziosa , molto caratteristica e ricca di  ristorantini etnici e economici che ho sfruttato a dovere. Spero di poter tornare al più presto per un periodo di vacanza che mi dia la possibilità di sfruttare le potenzialità dell’alloggio!
Durante il mio soggiorno ero molto tesa poichè dovevo sostenere un esame importante. La padrona di casa è stata gentilissima e molto acuta nel capire la situazione, è stata allo stesso tempo discreta e molto disponibile, riuscendo perfino a farmi ridere nonostante la tensione con il racconto delle sue rocambolesche avventure di vita.Ho mangiato particolarmente bene ad un ristorantino cinese che si trova quasi di fronte al B&B. Prezzo molto economico, cibo ottimo e abbondante. Ho mangiato bene anche ad un locale di kebab che si trova subito a sinistra del B&B. Ho inoltre potuto nutrire la mia anima nella meravigliosa libreria Feltrinelli praticamente sotto casa!

Se avete in programma una vacanza a Roma vi consiglio di soggiornare in un bed and breakfast Roma Prati, la zona molto comoda per gli spostamenti verso tutti i principali luoghi di interesse della citta.. Se dovete invece studiare o lavorare tutta la notte, come ho dovuto far io, il silenzio e la tranquillità che trovate nel B&B è impagabile “.

Campo de' Fiori

Campo de' Fiori

Ero a Roma, i motivi per visitarla sono mille e più . Ho visitato la mostra di Balthus alle Scuderie del Quirinale e a Villa Medici: molto interessante e ben fatta. Ho visitato la Villa Farnesina, via della Lungara, con gli affreschi di Raffaello: piccolo gioiello che non conoscevo. Ho rivisto la chiesa di S. Maria in Trastevere: splendidi mosaici, bellissimo pavimento e altri ricchi arredi. Non si finisce di scoprirla.
In zona Campo dei Fiori ho pranzato alla trattoria “da Sergio” in Vicolo delle Grotte, a due passi dal B&B Casa Campo de Fiori. E’ una trattoria alla buona, con cucina veramente romanesca, frequentata anche da abitanti e lavoratori del quartiere, il che è una buona garanzia di autenticità. Ottima “pasta e patate”, buone verdure “ripassate” e torta di ricotta.
Alla Trattoria Romana, sempre in zona campo dei Fiori, a fine cena (niente male) siamo state accompagnate in una visita guidata dei sotterranei del ristorante, dove gli scavi hanno restituito, come in tutta la città, vari livelli della città: romana, medievale, rinascimentale. Inoltre il proprietario, sig. Roberto, ci ha regalato un bel libro su Castel S. Angelo!

Tante volte sono andata e tante ci voglio tornare perché ho ancora molte cose da vedere e molte da scoprire di quelle meno famose ma sorprendenti, come è stata Villa Farnesina. E consulterò ancora B&BItalia.it perché offre un ottimo rapporto qualità/prezzo.

Roma al tramonto

Roma al tramonto

Roma è proprio fantastica! Dai luoghi più famosi, come San Pietro e i Musei Vaticani, i resti della Roma antica e le testimonianze della storia più recente, a quelli che si scoprono svoltando ad ogni angolo di strada. La città è sicuramente da visitare a piedi, per non lasciarsi sfuggire nessun particolare!

Consiglio una cena in uno dei ristoranti di Campo dei Fiori. L’atmosfera serale è fantastica, e il cibo ottimo! Si mangia bene comunque ovunque, cercando di evitare i luogi più affollati e sfruttati turisticamente. Non perdetevi le specialità della cucina romana, e tenete presente che anche il pesce è cucinato bene.

E’ stata una bella esperienza anche trovare nel B&B Roma San Giovanni una coppia di simpatici ed arzilli ottantenni americani, che sono ritornati a Roma dopo 55 anni! Ci hanno mostrato le foto di allora e hanno manifestato l’intenzione di rifarle negli stessi luoghi. E’ stato piacevole conversare con loro al termine delle giornate di visita alla città.

Abbiamo, in quattro giorni, visto cose fantastiche. Vale sicuramente la pena di tornare a Roma per gustarsi con più calma quanto già visto e per scoprire cose meno note, ma altrettanto meravigliose.

Abbiamo anche gustato la cucina romana, veramente ottima. Siamo rimasti particolarmente affascinati dall’atmosfera che scende sulla città nel tardo pomeriggio, quando il sole comincia a calare e con la sua luce particolare valorizza ancora di più la città e i suoi monumenti.

Gianicolo Panorama

Panorama Gianicolo

Per  questa nostra seconda volta a Roma abbiamo scelto di soggiornare in un B&B Roma per entrare in contatto la vera romanità e, dopo questa esperienza, possiamo affermare che a Roma di simpatico ci sono proprio i romani !

Persone sempre molto disponibili a darti informazioni sui luoghi da visitare, sui numeri dei vari autobus da prendere, su dove andare la sera . Per una volta che non ci hanno soccorso abbiamo fatto inutilmente il giro di Roma facendoci però un sacco di risate!

I luoghi da noi visitati sono stati tutti interessanti , menzione particolare va ai giardini del Quirinale dove, abbiamo ascoltato dell’ottima musica. Di particolare interesse la parata del due Giugno , vista dal vivo per a prima volta,  con le frecce tricolori che volavano sopra la nostra testa , e’ stato molto bello.
Premesso che a Roma si mangia bene da qualsiasi parte, consigliamo ai futuri visitatori tre ristoranti interessanti : la trattoria Perilli in via Marmorata nel quartiere Testaccio , l’osteria  Cencia a Trastevere sperimentata due volte, da Gigetto nel quartiere ebraico abbiamo gustato un’ottima cena.

I motivi per visitare Roma sono infiniti, ,ne vale la pena perché questa città ha un fascino unico, basti pensare alla Basilica di San Pietro,Trastevere, il Gianicolo. Tutto e’ luogo di interesse, non si finisce mai di scoprire nuove cose.

Speriamo di tornare presto,la monetina nella Fontana di Trevi l’ abbiamo gettata!

Vicolo aTrastevere

Vicolo a Trastevere

Il racconto viaggio a Roma di Alessandro parte dal Trastevere, il quartiere dove ha trovato alloggio in un bed and breakfast molto accogliente e silenzioso , impreziosito dalla cordialità dei gestori.

Ecco le sue parole

Molto vicino al B&B Trastevere che ci ha ospitato si trova la Basilica di Santa Cecilia. Penso che sia uno dei luoghi più noti ma anche un po’ magici che fanno di Roma una città meravigliosa. A pochi passi dalla piazza di Santa Cecilia c’è un altro luogo magico, un’ antica confraternita nel 1500 costruisce una chiesa ai margini degli orti e frutteti che crescevano lungo la ” Ripa ” del Tevere. Ancora oggi la Chiesa della Madonna dell’Orto conserva gelosamente, come uno scrigno, preziose testimonianze artistiche e culturali di quel tempo favoloso e irripetibile.

Di fronte alla Chiesa di San Francesco a Ripa c’è una trattoria che sta là perlomeno dagli anni ‘50, dato che ha mantenuto la tradizionale conduzione familiare. La famiglia e’ di origine alto Lazio verso Amatrice e l’Abruzzo. Una garanzia dal punto di vista della cucina romana tradizionale. Non ricordo il nome, ma non e’ affatto difficile da trovare essendo l’unica d’angolo sulla piazza. Ma ricordo benissimo gli spaghetti ” cacio e pepe” e un gustoso piatto di semplicissime alici. Fuori della trattoria la via di San Francesco a Ripa ci si dirige verso il Gianicolo, meta di chi volesse fare una bella passeggiata digestiva e quindi non dover rinunciare prima alla crema catalana ( se non ci si vuole avventurare a digerire camminando verso la collina più panoramica del centro storico di Roma, allora c’è il digestivo della casa, un’ eccellente genzianella ! ).

Sul sagrato della Madonna della Quercia, accanto a piazza Farnese e di fronte al Palazzo del Consiglio di Stato, abbiamo trovato i discendenti dell’antica Confraternita dei Macellari, che prendevano i l’aria e il sole di fine marzo. Un gruppetto di laboriosi macellai pensionati. Uno di loro si dava da fare all’ interno della bellissima chiesa per allestirla per la domenica delle Palme ( altro appartato gioiello di questa stupenda Città) mentre gli altri cinque invece si davano da fare a sedere su comode seggiole a circoletto sulla piazzetta, godendosi sornioni il sole e anche l’ombra del grande leccio.

Sono tantissimi i motivi per visitare Roma. Uno e’ che la piacevolezza del vivere e la storia vanno finalmente d’accordo, un altro e’ che nel centro più vero di Roma puoi mangiare un panino al bar o un pranzetto eccellente in trattoria e in entrambi i casi troverai qualcuno di simpatico con cui chiacchierare. L’altro e’ che non ti puoi scordare la luce che illumina la corrente e le rapide sotto l’Isola Tiberina ; sempre, col sole e con la luna, con la pioggia e nel vento, c’è quella eterna luce che ti dice ritorna.

Grazie alla cordialità e ospitalità di Claudia e Riccardo abbiamo trascorso un indimenticabile week end a Roma . Ci siamo sentiti come a casa. Pulizia impeccabile della stanza, colazione abbondante, posizione ottima. Grazie bella famiglia, ritorneremo di sicuro e grazie a bbitalia.it per la qualità delle strutture !

weekend in B&B

weekend in B&B

Abbiamo adorato passeggiare per Roma come se fossimo del posto. Respirare luoghi ricchi di storia, monumenti imponenti e inverosimili che ti circondano. Caratteristico il Ghetto ebraico con ottimi ristoranti e folle di persone che lo popolano soprattutto all’ora di pranzo. Passeggiata sul Lungotevere.
Giggetto al Portico d’Ottavia Tradizione e Qualità (si distingue benissimo un buon ristorante alla prima forchettata!) Beppe e i suoi formaggi , luogo ideale per l shopping gastronomico a 360 gradi (con prodotti locali e di tutte le regioni d’Italia, veri prodotti DOC). Inoltre con un’enoteca ben fornita ed un servizio al tavolo con prodotti di prima qualità
La cordialità della gente, che ha avuto sempre una parola gentile nei nostri confronti e disposti ad aiutarti per trovare il modo migliore per girare Roma in lungo e in largo. Affabilità delle persone di primo impatto. Ci siamo sentiti a nostro agio in una città così immensa e piena di ogni grandezza!
Storia: si respira storia ad ogni angolo, monumenti, reperti, musei, tutto è grande! Cibo: la tradizione davanti a tutto nelle cucine e ristoranti tipici e consigliati da chi davvero c’è stato. Cordialità‘: la simpatia che trasmette il romano è unica, la cordialità ad aprirti la porta della propria città è veramente raro. Bellissima esperienza.

Cappella Sistina

Cappella Sistina

I luoghi più belli ed emozionanti che ho avuto il piacere di visitare a Roma sono stati sicuramente Piazza San Pietro con la sua magnifica Basilica, la Cappella Sistina e i Musei Vaticani. Sicuramente da ripetere l’udienza del mercoledì con Papa Francesco tra la tanta gente accorsa in piazza. Molto suggestiva piazza di Spagna con le sue scalinate “fiorite” e da vedere anche Trastevere. Il mio bed and breakfast è ubicato nel quartiere Aurelio e ciò mi ha permesso di raggiungere con più tranquillità la città del Vaticano il centro storico di Roma, consigliato a tutti quelli che hanno in programma un viaggio in vista del Giubileo della Misericordia.
Ho mangiato molto bene a Trastevere, dove i prezzi sono più abbordabili e i piatti più gustosi e saporiti. Attenzione ai locali in centro a Roma, il cibo è turistico di scarsa qualità e i costi sono elevatissimi. Meglio optare per qualche spuntino veloce per il pranzo e per la sera consiglio di andare a mangiare in locali che offrono pasti no limits a prezzo fisso.

Tra questi potete assaporare il superlativo Sushi di Konnichiwa, vicino alla fermata della Metro Ottaviano che propone menù alla carta con un prezzo sui 20 euro a persona. Non male anche il Buddha Restaurant, con menù a buffet di ampia scelta, tra cucina italiana, cinese, giapponese e brasiliana; c’è anche la possibilità di scegliere il pese crudo e farlo grigliare dai cuochi nella cucina a vista.
Sono successi tre episodi diversamente simpatici che voglio condividere. Al momento del pagamento del conto in tre diversi locali del centro (uno in Piazza Barberini, uno in Piazza Navona e l’altro a Cinecittà) hanno presentato un conto maggiorato rispetto al listino. Attenti ai prezzi ,controllare lo scontrino prima di pagare e comunicare eventuali errori, il cameriere o il titolare si dimostrerà comprensivo e dopo opportuno controllo vi presenterà il conto effettivo.

Roma è una città stupenda, merita di essere visitata con calma e magari anche più volte per poter assaporare la sua storia e i ciò che racconta. E’ sicuramente una città emozionante e piena di arte. Consiglio a chiunque di andare a visitarla almeno una volta, ha davvero tanto da offrire. I tre motivi per cui vale la pena visitarla? Arte, Storia ed Emozione!

fori imperiali Roma

Di una città come Roma ,non mi sento di fare una classifica con più e meno. Non posso però non menzionare l’emozione quasi commossa che abbiamo provato nel vedere per la prima volta il candido e imponente splendore del Vittoriano, un incantevole movimento tridimensionale da qualunque angolazione, in particolare guardando da sinistra su Via dei Fori Imperiali ,è possibile percorrere in un solo momento l’essenza della storia della nostra nazione dai suoi albori (Colosseo e scavi sullo sfondo in un susseguirsi di profondità visive che mettono realmente le ali del tempo al visitatore). Roma ovunque è una città da scoprire, centimetro per centimetro,rigorosamente a piedi e con un minimo di tre giorni a disposizione. Fondamentali e ben organizzati sono i bus turistici scoperti. Da segnalare la mia irresistibile voglia di fare una foto con la bocca spalancata davanti all’ingresso della casa dei mostri (Palazzo dei Zuccari) una vera genialata !!
Attenzione però a dove mettete i piedi quando si fa ora di pranzo… con un po’ di intuito e di olfatto addentratevi nei viottoli in zona Teatro Marcello piuttosto che Trastevere e/o Campo dei Fiori, mangerete bene senza contrarre debiti con nessuna banca. Ci tengo a segnalare in particolare il luogo dove abbiamo cenato TUTTE le sere : Osteria da Leo sulla Via Aurelia in zona ospedale Santa Croce. Mitico romanaccio purosangue, economico e squisito. Provare per credere
Con l’umore di essere in vacanza e di poter visitare per la prima volta la città eterna, vi assicuro che se anche avessi preso che ne so’ per dire una multa o peggio, l’avrei vissuta con il sorriso sulle labbra,perché durante la permanenza mi sentivo talmente euforico e goduto di quanto avevo a disposizione che nulla mi avrebbe fatto perdere un solo minuto con qualche dissapore. Ciò non vale per quando dovevo prendere l’autobus. penso che la carne simmenthal, nel suo contenitore di latta,sia molto più comoda. Ma almeno cosi ho conosciuto,e molto da vicino, la simpatia impareggiabile dei cittadini romani. Intanto però meglio tenere sempre il portafogli al sicuro……
Perchè elencare solo tre motivi per visitare Roma quando ne avrei 3000? Concludo dicendo che personalmente ho aspettato (per motivi a volte economici e a volte di salute) ben 15 anni (tra rinvii e buoni propositi finiti male) prima di poterla visitare, ma sostengo,insieme a mia moglie Paola che ha condiviso con me questa ennesima esperienza, che veramente se non hai mai visto Roma almeno una volta nella vita, non cercare altro lontano e chissà dove…. non lo troveresti mai.

Se vuoi sapere di più su Roma e la famosa accoglienza della sua gente,  leggi Viaggio a Roma in B&B

Roma

Roma

E’ difficile scegliere un “luogo del cuore” a Roma, città che per molti motivi amo tantissimo. Personalmente ritengo che la Capitale vada “esplorata” a piedi. Non solo per coglierne l’atmosfera e la bellezza,ma anche per poterne contemplare senza fretta angoli caratteristici; scorci magari meno famosi di altri, ma altrettanto suggestivi.
Per un panino “al volo” 200 gradi in Piazza dei Cinquecento ,vicinissima al Vaticano. Cortesia,fantasia ed ingredienti di buona qualità. Un buon pit-stop in zona centralissima, con possibilità di sedersi al tavolo (in esterna) pagando un piccolo sovrapprezzo. Ottima la cena da Flavio al Velavevodetto in zona Testaccio. Piatti della Tradizione romana, ben cucinati e presentati. Spazio anche per tavolate numerose. Molto valida anche la “trattoria Trilussa” in Trastevere. Piatti ottimi, abbondanti, presentati in maniera originale. Bel locale e atmosfera trasteverina.
Beh, ho incrociato il mio attore preferito in stazione Termini mentre facevo colazione. E, per l’incredulità, mi sono auto convinta che fosse un sosia,non concependo la possibilità che un attore (per di più romano) prendesse un caffè in uno dei bar della stazione; in realtà , si trattava veramente di quell’attore. Ancora mi mangio le mani.
Ci sono tantissimi motivi per visitare Roma. Senza dubbio la sua Storia, la sua Arte e la sua cucina sono i primi 3 motivi per cui un turista si reca a Roma. Ma ritengo che, al di là della sua oggettiva bellezza, Roma vada visitata alloggiando in bed and breakfast  Roma, per il calore e la disponibilità dei suoi abitanti, sempre pronti ad aiutare un turista in difficoltà .